lunedì 21 aprile 2008

"COSCRITTI del 1957"















Sabato 18 aprile 2008, ritrovo in Piazza Duomo alle 18,00 .................... un avviso di Rita fatto al volo, tra un prelievo e l'altro, ed una settimana per pensarci. Sono tanti anni che manco dal paese (anzi dal mio "bellissimo paese" e sono vietate le obiezioni), e il dubbio che non si ricordino di me è grande, ma è anche grande il desiderio di rivedere tanti amici. Che fare? ..... Ma si!......Una corsa da un'amica per avvisarla: "Lina ci sono anch'io". Poi..... gli incontri. La scoperta di trovare anche chi pensavi più vecchio o più giovane, la difficoltà nel ricordare i volti che il tempo inesorabile ha modificato, la ricerca disperata dei nomi, racchiusi in qualche angolino nella memoria, poi i saluti ed i ricordi che piano piano affiorano....
Che emozione! Scoprire che gli amici restano tali dopo decenni, che pochi gesti e poche parole bastano a cancellare il tempo e ti riportano in un'attimo alla gioia e alla spensieratezza degli adolescenti. E' stato fantastico ritrovare le amiche nelle confidenze e nei pettegolezzi come si faceva un tempo e capire che sono sempre state nel cuore. Constatare che la compagna di classe preferita, nonostante le avversità della vita ha ancora una grinta da vendere. E stato bello rivedere chi mi batteva in corsa, e più veloce di me strappava la bandiera per primo (quanta rabbia); chi mi teneva sempre il posto in corriera e senza rendersene conto elargiva importanti lezioni di vita; chi mi aiutava nei temi d'italiano, materia da me sempre odiata; chi per tanti anni, da vero amico mi è stato accanto sopportando le mie indecisioni ed i miei timori. E poi....che curiosità! Indagare nella vita di tutti e scoprire come le scelte creano storie e destini diversi tra loro; e poi...fra lo stupore di tutti, trovare una nonna, felicissima e con gli occhi colmi di gioia.
Grazie ragazzi, grazie coscritti, è stata una bellissima serata. Agli organizzatori (doveroso, da parte di tutti) un ringraziamento particolare, per l'impegno e la disponibilità dimostrata, e un arrivederci.....al prossimo appuntamento.

martedì 15 aprile 2008

FOCACCIA DI PATATE

















Per la pasta:
500 gr farina
2,5 dl di acqua tiepida
1 cucchiaino di zucchero
1 bustina di lievito secco
4 cucchiai di olio d'oliva
sale.

Per farcire:
4 patate
1 rametto di rosmarino
1 spicchio d'aglio
mezzo cucchiaino di peperoncino
6 cucchiai di olio d'oliva
sale.

Mettere il lievito con lo zucchero, 3 cucchiai di farina e un decilitro di acqua in una terrina, mescolare e lasciare fermentere in un luogo tiepido. Mettere in un recipiente più grande la farina rimasta, il sale, l'olio e l'acqua rimasta, aggiungere il lievito e impastare fino ad ottenere una pasta soda e liscia. Coprite con pellicola e lasciarla lievitare per un'ora.
Nel frattempo sbucciare le patate e tagliarle a fettine sottili, lavarle per eliminare l'amido, asciugarle e raccoglierle in una terrina, unire il rosmarino tritato, lo spicchio d'aglio spremuto con l'apposito utensile, il peperoncino tritato fine, l'olio e dopo averle regolate di sale e pepe mescolare bene, copritele e lasciatele insaporire. Quando la pasta avrà raddoppiato il volume riprenderla e lavorarla nuovamente, poi stenderla in una teglia da forno, coprirla con le patate aromatizzate distribuendole uniformemente, e lasciarla di nuovo lievitare per circa 30 minuti. Scaldare il forno a 220 gradi e cuocerla per 15 minuti, poi abbasare a 200 e terminare la cottura per altri 10 minuti. Lasciare intiepidire e servire.

sabato 12 aprile 2008

FROLLINI ALLE NOCCIOLE














Ingredienti:
300 gr di farina 00
100 gr di nocciole spellate e tostate
120 gr di zucchero semolato
150 gr di burro
1 uovo, sale
1 albume
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaio di cacao

Macinare finemente le nocciole con lo zucchero. Fare la fontana con la farina, le nocciole macinate il lievito e mettere al centro il burro morbido, l'uovo intero ed il sale, amalgamare bene gli ingredienti mescolandoli rapidamente. Togliere un quarto del composto ed aggiungere il cacao. In una spianatoia stendere il composto chiaro ad un'altezza di 3 mm, ricavare dei biscotti della forma desiderata e tenerli da parte, poi stendere anche l'impasto al cacao ad un'altezza leggermente inferiore, su questo ritagliare dei biscotti di uguale forma ma più piccoli. Con una forchetta sbattere leggermente l'albume e usarlo per unire un biscotto chiaro ed uno scuro, sistemarli sul vassoio e tenerli in frigo per una mezz'ora. Scaldare il forno a 180° e cuocere i biscotti per una decina di minuti.

mercoledì 2 aprile 2008

AEONIUM

E' in fiore la mia bellissima Aeonium, mi sono state regalate sei rosette tre anni fa, questa è la prima fioritura (considerando il ciclo vegetativo della pianta è anche l'ultima), bellissima.





















E' un genere appartenente alla famiglia delle Crassulaceae, originario dell'Africa nord-occidentale e delle isole Canarie. La specie qui fotografata è Aeonium Arboreum (nativa del Marocco) oggi frequentemente coltivata, si trova addirittura spontaneizzata in buona parte dell'area mediterranea. Il fusto grosso e robusto può raggiungere il metro di altezza, ha ramificazioni laterali coronate da una grande rosetta di foglie.
















L'infiorescenza, che compare al centro della rosetta centrale è formata da fiorellini gialli e stellati. Con la fioritura la rosetta fogliare incomincia a disseccarsi alla base fino a morire del tutto. Se il fusto ramifica lateralmente la pianta continuerà a vegetare ed accestire senza emettere infiorescenze. In genere solo le rosette singole producono fiori. E' una pianta che cresce rapidamente adatta ed essere coltivata nei giardini a clima mite, vuole annaffiature abbondanti d'estate mentre è meglio non bagnarla durante l'inverno.