giovedì 26 gennaio 2012

PASTINE PEL THE




Direttamente da  "LA SCIENZA IN CUCINA  L'ARTE DI MANGIAR BENE"  di Pellegrino Artusi, esattamente la  27a edizione  (1923) ecco dei semplici biscottini.  Sono buonissimi con il tè e possono anche accompagnare il caffè,  io li preferisco con il cappuccino della colazione  mentre   mio marito li preferisce inzuppati in un buon Verduzzo e nell' Ucelut  (si... lo vizio troppo).


Ingredienti:
Farina d'Ungheria o finissima,  gr. 440
(ho messo farina 00)
Farina di patate,  gr. 160
Zucchero a velo,  gr.160
Burro,  gr. 160
2  chiare d'uovo
latte tiepido quanto basta

"Formate un monticello sulla spianatoia con le due farine e lo zucchero mescolati assieme. Fategli una buca in mezzo, collocatevi le chiare e il burro a pezzetti e colla lama di un coltello prima e con le mani dopo, servendovi del latte, intridetelo e lavoratelo mezz'ora circa per ottenere un pastone piuttosto tenero. Tiratelo col matterello in una sfoglia della grossezza di uno scudo, tagliatela a dischi rotondi, ........ bucherellateli con le punte di una forchetta e cuoceteli al forno o al forno da campagna in una teglia unta di burro. ....."

Ho fatto mezza dose come descritto nella ricetta originale, riportata qui sopra, mentre al rimanente impasto ho aggiunto un po' di aroma alla vaniglia, e prima di cuocerli li ho passati nello zucchero di canna.

giovedì 19 gennaio 2012

CROSTINI AL LARDO E TONNO AL SESAMO


 Crostini al lardo
Per cominciare dei  crostini, fatti  tostando delle normalissime fette di pancarrè, prima private della  crosta. Ho messo un po' di rucola spezzettata (quella rimasta dalla preparazione dei piatti di tonno), ho adagiato delle fette di lardo stagionato, una grattata di pepe ed un veloce passaggio sollo il grill prima di servire.  Un piccolo sfizio per accompagnare un Prosecco o un Furlan. (Campari, vino bianco e gassosa/minerale)


Tonno al sesamo
Ingredienti:
4  tranci di tonno fresco
(circa 250 gr l'uno)
sesamo integrale
olio extravergine d'oliva
sale e pepe
per servire:
rucola
radicchio di Treviso (tardivo)
Lavare la rucola e il radicchio di Treviso, poi suddividerli nei piatti individuali. Lavare il pesce e pareggiare i tranci. Tostare un pochino i semi di sesamo in una padella poi raccoglierli in un piatto. Prendere i tranci e adagiarli sopra facendo aderire bene i semini. Scaldare una padella antiaderente con pochissimo olio extravergine, quando è calda appoggiare il  tonno (sul lato senza sesamo) e lasciarlo cuocere per 3/4 minuti  (il tempo di cottura dipende dallo spessore dei tranci),  rigirarlo e cuocerlo per pochi minuti anche sull'altro lato, nel frattempo salarlo e peparlo dove è già cotto. Quando è pronto adagiarlo nei piatti e servirlo tagliato a fette.

domenica 8 gennaio 2012

SCIALLI A MAGLIA


Questa volta, invece della solita ricetta di cucina, pubblico la foto di due scialli fatti ai ferri a cui sono particolarmente affezionata. Sono due modelli inediti, che ho realizzato tempo fa. Se qualcuno fosse interessato e desidera la spiegazione sarò ben lieta di fornirla.






domenica 1 gennaio 2012

ZUCCOTTO DI PANETTONE


AUGURANDO A TUTTI UN FAVOLOSO 
 2012



BAVARESE  AL  CIOCCOLATO
3  tuorli
100  gr di zucchero
80  gr di cioccolato fond.
250  gr di latte
300 gr di panna fresca
3 fogli di colla di pesce
Mettere i fogli di colla in acqua fredda. Sciogliere il cioccolato. Montare i tuorli con lo zucchero e unire adagio il latte caldo, mettere in un pentolino e sul fornello cuocere la crema facendo attenzione a non farla bollire. Unire il cioccolato fuso e la gelatina, mescolare poi far raffreddare. Preparare la panna montata e aggiungerla alla crema di cioccolato delicatamente usando una spatolina.

BAVARESE AL RHUM
3  tuorli
100  gr di zucchero
20  gr di fecola
50  gr di rhum
200  gr di latte
4 fogli di gelatina
300  gr di panna fresca
Ammorbidire i fogli in acqua fredda. Montare i tuorli con lo zucchero, mescolarvi anche la fecola e unire poi piano piano il latte caldo, mettere sul fuoco e far addensare la crema. Allontanare dal fornello e unire il rhum e i fogli di gelatina ben strizzati. Far raffreddare. Montare la panna e aggiungerla alla crema.

Tagliare un panettone togliendo prima la calotta intera e poi a fette verticali larghe circa 1.5 cm. Rivestire con la pellicola una terrina e adagiare sulle pareti le fette di panettone, inumidire con dello sciroppo di zucchero poi versare al centro le due creme. Chiudere il fondo con dei pezzi di panettone e mettere in frigo a solidificare.   Servire il giorno dopo e  assaporare .... lentamente.