mercoledì 5 aprile 2017

SOFFICINI ..... FATTI IN CASA!


La ricetta di questi sofficini era stata postata alcuni anni fa da  Maria Letizia in Coquinaria, Li ho fatti di nuovo ieri sera e sono davvero favolosi!  Sono facili da fare .... si prepara la pasta, si sceglie il ripieno,  si procede alla cottura e  ..... si "divorano",  Possono essere fatti piccoli  per un perfetto stuzzichino da buffet ma possono risolvere egregiamente una cena se la misura è un pochino più grande,  in poche parole io li adoro! Provateli perchè è  una di quelle ricette che quando si prova non si abbandona più.


Ingredienti:
1  tazza di farina
1  tazza di acqua
1  noce di burro
sale q.b.

Per la panatura:
1 uovo
sale
pangrattato

  • Far bollire l'acqua con il burro ed il sale e quando bolle versare tutta la farina.
  • Mescolare  finchè si formerà una palla di pasta che si staccherà dalle pareti della pentola.
  • Versare la pasta nella spianatoia e coprirla con una ciotola per alcuni minuti per farla intiepidire.
  • Con il mattarello stendere poco impasto per volta in una  sfoglia di pochi millimetri, ritagliare un disco di 12-14 cm (più piccoli se sono per un buffet) mettere al centro un po' di ripieno e chiudere a mezzaluna dopo aver inumidito i bordi con l'acqua. 

  • Per la panatura sbattere l'uovo con un pizzico di sale, e posarvi i sofficini preparati poi passarli nel pangrattato.
  • Scaldare una padella con l'olio e friggerli pochi minuti per parte fino a dorarli, toglierli e metterli in attesa su carta assorbente mentre si cuocio gli altri.  

NB  Si possono congelare e al bisogno metterli nell'olio caldo ancora surgelati lasciandoli cuocere di più.

I miei ripieni preferiti:
il classico:  prosciutto cotto e Montasio fresco
il preferito: prosciutto crudo e funghi trifolati
lo sfizioso:  arista di maiale e carciofini
il meditterraneo:  grana grattugiato, pomodori secchi e acciughe

venerdì 31 marzo 2017

PASTA DI LAURA ALLE MELANZANE



Ingredienti:
2  melanzane medie
(oppure una bella grande)
50  gr di pistacchi
80  gr di speck
origano
formaggio al pepe
olio d'oliva

  • Tagliare a fette le due melanzane,  grigliarle in una piastra e salarle.
  • Mettere sul fuoco una pentola d'acqua con il sale e quando raggiunge l'ebollizione cuocervi la pasta.
  • Intanto preparare il sugo: tagliare tutte le fette di melanzana grigliate a filetti, scaldare una padella (meglio un saltapasta) sul fuoco e tostarvi i pistacchi poi aggiungere le striscioline delle melanzane.
  • Tagliare a strisce sottili anche le fette di speck e metterle nella padella, unire anche un cucchiaio di origano secco poi mescolare tutti gli ingredienti e spegnere la fiamma. Lasciare il condimento in attesa mentre termina la cottura della pasta.
  • Con una mandolina o un pelapatate tagliare a scaglie 70 gr di formaggio al pepe (oppure usare un formaggio saporito e una buona dose di pepe nero) e tenerlo da parte.
  • Quando la pasta è pronta scolarla al dente tenendo un po'  di acqua di cottura.  Rimettere  il saltapasta sul fuoco versarvi la pasta  e mescolarla al contenuto assieme a  mezzo bicchiere di acqua di cottura. Insaporirla per qualche secondo poi completare versandovi  un generoso giro di olio extra vergine di oliva.
  • Fare le porzioni e servire subito sbriciolando nei piatti il formaggio al pepe già preparato a scaglie.

mercoledì 22 marzo 2017

TORTA ALLE MANDORLE

DOLCE CON MANDORLE E CIOCCOLATO BIANCO


Per gli intolleranti al glutine una torta semplice e gustosa con un delicato gusto di mandorle. 


Ingredienti:
4 uova
160  gr di zucchero
50  gr di burro fuso
180  gr di farina di mandorle
2 cucchiai colmi di fecola di patate
160  gr di cioccolato bianco
sale
mezza bustina di lievito
aroma alla vaniglia o mandorla

  • Tritare finemente il cioccolato bianco (grattugiandolo o tritandolo con il mixer) poi mescolarlo alla farina di mandorle, alla fecola ed al lievito.
  • Rompere le uova in una ciotola, aggiungere lo zucchero, poco aroma alla mandorla(oppure alla vaniglia) ed un pizzico di sale e montare il tutto.  La massa deve più che raddoppiare.
  • Unire con l'aiuto di una spatola gli ingredienti solidi mescolati precedentemente e per ultimo il burro fuso.
  • Imburrare uno stampo di 22 cm di diametro, spolverizzarlo con della fecola o con crackers sbricciolati (naturalmente usare quelli prodotti senza glutine) e versare dentro l'impasto.
  • Cuocere a 180° per 40/45' come sempre la prova dello stecchino attesterà l'avvenuta cottura. Togliere dal forno e lasciarlo raffreddare prima di sformarlo.
  • Servire spolverizzato di zucchero a velo.


domenica 19 marzo 2017

SPEZZATINO DI CERVO




Ingredienti per la marinatura:
2  kg di polpa di cervo
1  carota
2  cipolle
1  gambo di sedano
gambi di prezzemolo
foglie di alloro
chiodi di garofano
bacche di ginepro
timo fresco
1  lt di vino rosso
  • Tagliare la polpa a piccoli pezzi e raccoglierli in una grande ciotola assieme a tutte le verdure tagliate a pezzi.
  • Aggiungere  tre foglie di alloro spezzate, 5/6 chiodi di garofano, poche bacche di ginepro, qualche rametto di timo  ed il vino rosso.
  • Mescolare tutto assieme e lasciare marinare per 24 ore coperto con pellicola.
  • (Io avevo un quarto anteriore ed un quarto posteriore, dopo averli disossati ho ottenuto 2 kg abbondanti di carne. E' una carne ben soda e molto magra, non aveva un odore esagerato di "selvatico" ma un sentore leggermente speziato. Per questo motivo non ho aggiunto altre spezie in cottura ma ho usato il liquido della marinatura).


Ingredienti per la cottura:
olio d'oliva
rosmarino
salvia
erba cipollina
timo
prezzemolo
1  piccola carota
1  cipolla 
vino rosso della marinatura
sale e pepe
fecola di patate

  • Preparare un mazzetto aromatico con tutte le erbe (rosmarino, salvia, erba cipollina, timo e prezzemolo) poi scaldare sul fuoco una casseruola con un bicchiere di olio d'oliva e rosolare i pezzi di carne.
  • Quando comincerà a rilasciare la marinatura aggiungere il mazzetto guarnito e carota e cipolla tritati finemente poi abbassare la fiamma. Mettere il coperchio e far sobbollire per una decina di minuti.
  • Aggiungere due bicchieri del liquido della marinatura filtrato e dopo un'ora salare e pepare il cervo. Continuare la cottura lentamente aggiungendo acqua calda o brodo quando la carne si asciuga troppo. Saranno necessarie almeno due ore.
  • Quando sarà pronta addensare il liquido di cottura con due cucchiaini di fecola. Lasciarla sul fuoco ancora 10' per rendere cremoso il sugo poi servire.



domenica 12 marzo 2017

CROSTATA CON CREMA

CROSTATA CON CREMA AI PISTACCHI 
       E STREUSEL ALLE NOCCIOLE


Ingredienti per la frolla:
200  gr di farina 00
90  gr di burro
80  gr di zucchero
1  uovo,  sale
aroma vaniglia
  • Impastare la farina ed il burro, aggiungere lo zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e l'aroma alla vaniglia. 
  • Fare un panetto e metterlo in frigo per un'ora ben coperto con pellicola.

Ingredienti per lo streusel alle nocciole:
100  gr di farina
50  gr di zuccchero di canna
30 gr di nocciole macinate finemente
70  gr di burro
cannella 
  • Impastare velocemente tutti gli ingredienti e metterli in frigo a riposare ben coperti con pellicola. 

   
Per preparare il fondo della crostata:  
    1  albume
                                     pistacchi interi                               
    

  • Riprendere la pasta frolla e stenderla a 0.5 cm di altezza,  con parte di essa ricoprire solo il fondo di un stampo per crostata di cm 20x26
  • Inumidire leggermente il bordo con un po' di albume e con l'impasto di streusel alle nocciole delimitare il perimetro, facendo cadere l'impasto a briciole una accanto all'altra lungo tutto il margine.
  • Adagiare un pezzo di cartaforno nella parte centrale e ricoprirlo con dei fagioli secchi poi infornare a 180° per 20/25'
  • Quando sarà tiepida togliere la carta ed i fagioli
  • Con la pasta frolla rimasta ricavare dei piccoli biscottini di 3 cm di diametro, sbriciolarvi sopra un pochino di streusel, ed inserivie dei pistacchi poi cuocerli per 10/15'.

Ingredienti per la crema al pistacchio:
2  uova 
100  gr di zucchero 
60  gr di farina
sale
40  gr di pasta di pistacchio
0.5  lt di latte

  • Scaldare il latte con la pasta al pistacchio.
  • In una ciotola  sbattere le uova con lo zucchero ed un pizzico di sale, aggiungere la farina e dopo averla amalgamata  unire il latte filtrandolo.
Rimettere sul fuoco ed addensare la crema quando è pronta allontanarla dal fuoco e farla raffreddare. 

Preparazione della crostata:
Nella parte centrale della pasta frolla versare la crema ai pistacchi preparata  e  decorare il centro con i biscottini ai pistacchi.
Mettere in frigorifero per almeno tre ore.

domenica 5 marzo 2017

TORTINO DI SPINACI



Ingredienti per i tortini:
300  gr di spinaci cotti
1  uovo
1  tuorlo
70  gr di farina
1  dl  di latte
sale
burro per gli stampini
e pane grattugiato

Ingredienti per la crema al formaggio:
50  gr di burro
20  gr di farina
1  dl di latte
1  dl di acqua
50  gr di scamorza affumicata
grana grattugiato 
sale e pepe

  • Per i tortini: tritare finemente con il coltello gli spinaci poi raccoglierli in una ciotola e salarli. Riunire in un recipiente l'uovo intero, il tuorlo, la farina, il latte ed una presa di sale e mescolare tutto assieme poi versare questo miscuglio negli spinaci e amalgamare bene. Imburrare 6 stampini da muffins, cospargerli di pane grattugiato e suddividervi l'impasto di spinaci.    Accendere il forno a 190° e cuocerli per 20'.                                                                   
  • Per la crema di formaggio:  sciogliere il burro in un tegame poi unire la farina. Allontanare dal fuoco e amalgamare bene.  Unire l'acqua al latte e versarli adagio nel recipiente con il burro stemperando con una piccola frusta per evitare i grumi.  Rimettere sul fuoco e cuocere la crema. Tagliare a pezzetti la scamorza. Quando la crema si sarà addensata aggiungervi la scamorza ed un cucchiaio colmo di grana grattugiato, sale e pepe.  Mescolare fino a quando il formaggio si sarà sciolto (usando un mixer ad immersione si otterrà una crema più vellutata).     
  • Per servire: togliere i tortini dagli stampi e servirli tiepidi con la salsa preparata.

martedì 28 febbraio 2017

WAFFLE FRESCHI

GAUFRE  -  WAFEL    -  WAFFLE   o  GALLETTE



Ingredienti:
180  gr di burro morbido
180  gr di zucchero a velo
1  busta di zucchero vanigliato
4 uova
200  gr di latte (o panna fresca)
220  gr di farina
80  gr di fecola
mezza bustina di lievito
un  limone
un  arancia

  • Setacciare assieme la farina, la fecola ed il lievito. 
  • Grattugiare  la buccia dei due agrumi e spremere l'arancia.
  • Mettere il burro morbido (la ricetta originale che mi è stata data tanti anni fa prevedeva l'utilizzo della margarina) in una ciotola con gli zuccheri e la buccia degli agrumi grattugiata e mescolare con lo sbattitore elettrico.
  • Continuando a montare il burro, unire  le uova, le farine, il succo d'arancia ed il latte alternandoli tra loro.  Si dovrà ottenere un composto soffice e ben amalgamato.
  • Scaldare lo stampo per le cialde poi cuocere i waffle mettendo l'impasto a cucchiaiate e facendolo cuocere per 2' fino a farlo dorare.  Attenzione a non eccedere nella quantità dell'impasto perchè fuoriesce ai lati. 
  • Lasciare raffreddare l waffle pronti su una grata per dolci e serviteli a piacere ..... con frutta, gelato, panna o crema al cioccolato.

sabato 25 febbraio 2017

FAGIANO

FAGIANO AL FORNO CON SALSA DI MELE AL CREN


Ingredienti:
1  fagiano intero pulito
rosmarino
salvia
alloro
timo
limone
vino bianco 
olio d'oliva
sale e pepe
(fecola per addensare)

Per la salsa:
3 mele renette
1 mela golden
sale
cren grattugiato

  • Per il fagiano al forno: preparare un mazzetto aromatico con un pezzetto di rosmarino, due foglie di salvia, una foglia di allora, qualche rametto di timo e un piccolo pezzo di buccia di limone (solo la parte gialla), legarlo con del refe ed inserirlo nella pancia del fagiano che sarà naturalmente già stato pulito e lavato. Salarlo internamente e con un altro pezzo di spago legarlo in modo da tenerlo fermo intero. 
  • Accendere il forno a 190°, poi  preparare una teglia che possa contenere il volatile.  
  • Oliare il fondo del recipiente e adagiare il fagiano, mettere ai lati due pezzi di rosmarino e delle foglie di salvia irrorarlo con un poco di olio e infornarlo coperto di carta stagnola.  
  • Lasciarlo cuocere per 20' poi sfornare il fagiano, versare nella teglia un bicchiere di buon vino bianco irrorare con il condimento il volatile e salarlo esternamente. 
  • Ricoprirlo con il foglio di alluminio e rimettere in forno per almeno un'ora.  Girare il fagiano durante la cottura, controllare la quantità del sugo e aggiungere acqua calda se necessario, con esso bagnare la carne più volte.  Togliere il foglio che lo ricopre durante gli ultimi 15' per rosolarlo un pochino. Sfornare e lasciarlo al caldo fino al momento di servire.
  • Per la salsa:  sbucciare le mele, togliere il torsolo e tagliarle a fette sottili raccogliendole in una pentola. Aggiungere un bicchiere di acqua poi metterle sul fuoco e farle cuocere fino a quando si saranno disfatte. Quando sono cotte insaporirle con mezzo cucchiaino di sale, un generoso pizzico di pepe e aggiungere un cucchiaio di cren grattugiato. Mescolare per amalgamare gli ingredienti.
  • Tagliare a pezzi il fagiano, addensare la salsa con un po' di fecola e servire accompagnandolo con la salsa di mele.

domenica 19 febbraio 2017

ZUPPA DI POLIPO AI LEGUMI



Ingredienti:
1  kg di polipo
alloro
vino bianco
1  cipolla  (120  gr)
1  carota  (90  gr)
sedano
due acciughe
120  gr di fagiolini
250  gr di fagioli borlotti lessati
200  gr di polpa di pomodoro
olio d'oliva
sale e pepe

Crostini di pane per servire.

  • Togliere il becco al polipo e lavarlo.
  • Mettere sul fuoco una pentola d'acqua con 2 foglie di alloro, mezzo bicchiere di vino bianco e la giusta quantità di sale e quando bolle immergervi il polipo e cuocerlo per 10'. 
  • Trascorso questo tempo toglierlo dalla pentola (senza gettare l'acqua di cottura) e tagliarlo a pezzi.
  • Preparare un'altra pentola con  qualche cucchiaio di olio d'oliva e rosolarvi  un soffritto ottenuto tritando la cipolla, la carota ed il sedano,  mettere anche le acciughe tagliate a pezzi e mescolare per scioglierle. 
  • Unire i pezzi del mollusco e insaporirli per pochi secondi, poi aggiungere la polpa di pomodoro e un po' di acqua della bollitura e cuocere facendo sobbolire la preparazione per una quindicina di minuti. Controllare  la quantità di sugo e aggiungere ancora acqua se necessario (sempre quella della bollitura).
  • Scolare i fagioli dal liquido di conservazione,  risciacquarli sotto l'acqua corrente poi unirli al polipo assieme ai fagiolini tagliati a pezzi.  Regolare di sale, mettere un pizzico di pepe (o peperoncino) e continuare a cuocere il polipo per altri 20' mettendo il coperchio e tenendo d'occhio la quantità di sugo che in una zuppa deve essere abbondante. 
  • Quando la preparazione è pronta servirla nelle ciotole con dei crostini di pane.



domenica 12 febbraio 2017

TORTA AL PISTACCHIO





Pan di Spagna al pistacchio
Ingredienti:
4  uova, sale
140  gr di zucchero
120  gr di farina 00
40  gr di amido di mais
aroma  vaniglia
100  gr di pistacchi
40  gr di zucchero 


  • Accendere il forno a 180°
  • Mettere nel mixer i pistacchi con i 40  gr di zucchero e tritarli finissimi fino a ridurli a farina poi setacciare il prodotto ottenuto  (in alternativa usare 120 gr di farina di pistacchi pronta).
  • Setacciare  assieme la farina 00 con l'amido di mais e la farina di pistacchi ottenuta.
  • Raccogliere in una ciotola le uova intere con un pizzico di sale, un po' di aroma alla vaniglia e i 140  gr  di zucchero e montare il composto per una decina di minuti fino a quando si otterrà una massa montata e ben spumosa.
  • Unire adagio il mix di farine amalgamandolo con una spatola. 
  • Imburrare ed infarinare una tortiera di 30 cm di diametro e versarvi il composto livellandolo bene.
  • Infornare per 30' fino a quando la "prova stecchino" attesterà la giusta cottura.
  • Sfornare e far raffreddare.


Crema al pistacchio
Ingredienti:
3  tuorli
90  gr di zucchero
75  gr di farina
60  gr di pasta di pistacchio
0,5  l. di latte
bacca di vaniglia

400  gr di panna fresca
2 bustine di pannafix
bagna al Martini
zucchero a velo


  • Mettere in una casseruola il latte con la bacca di vaniglia e scaldarlo.
  • In una ciotola riunire i tuorli con lo zucchero e montarli leggermente, aggiungere la pasta al pistacchio e mescolare bene poi unire la farina e incorporare anche questa.
  • Versare il latte filtrato all'impasto di uova e farina, mescolare quindi rimettere la miscela nella pentolina e sulla fiamma farla addensare.
  • A cottura avvenuta togliere dal fornello e far raffreddare la crema (io non avevo la pasta al pistacchio perciò ho tritato 100 gr di pistacchi con 40 g di zucchero e due cucchiai di latte fino ad ottenere una massa fine, compatta ed oleosa e di questo impasto ottenuto ne ho usato 60 gr)
  • Montare la panna con l'addensante e addolcirla con poco zucchero a velo.
  • Quando la crema sarà fredda aggiungere 250 gr di panna e mescolare per incorporarla.


Composizione:
Tagliare il Pan di Spagna a metà e inumidirlo con la bagna. Distribuire sul primo disco una dose di crema da ottenere uno strato di un cm e livellarla.  Ricoprire con il secondo disco di Pan di Spagna e coprire anche questo con la crema al pistacchio. Guarnire la circonferenza con la panna rimasta poi decorare a piacere con dei pistacchi.
Bagna al Martini (io la considero una bagna neutra e la uso spesso, dà solo un leggerissimo aroma senza alterare i sapori principali): scaldare 1 dl di acqua con 10 gr di zucchero, raffreddare e unire un cucchiaio di Martini Bianco. 

venerdì 10 febbraio 2017

FONDUTA ALLA VALDOSTANA

Un piatto tipico della Valle D'Aosta ed uno tra i più famosi piatti tradizionali alpini,   una deliziosa crema a base di Fontina da servire come antipasto oppure, se siete amanti del formaggio come me, un favoloso piatto unico da gustare con pane tostato, crostini, patate lesse .....e sfogliatine  salate.



Ingredienti:
450  gr di Fontina DOP
250  gr di latte
50  gr di burro
4 tuorli
pepe

pane di un giorno
(baguette, franzelle, ...)
burro
patate


  • Togliere la crosta alla Fontina poi tagliarla a piccoli pezzi e metterla nel latte  in ammollo per almeno 2 ore.
  • Un'ora prima di preparare la fonduta lessare le patate in acqua salata,  dopo averle sbucciate e tagliate a pezzi.  Scolarle e farle raffreddare.
  • Preparare anche i crostini di pane: la baguette  va tagliata a fettine che saranno poi tostate in forno.  Il pane più grande va prima tagliato a fette poi privato della crosta e poi tagliato a cubetti.  In una padella antiaderente unta di burro i cubetti vanno fatti rosolare su tutti i lati (se li volete più saporiti spruzzateli prima con del brodo).
  • Trascorse le  2 ore di ammollo del formaggio preparare due pentole per la cottura a bagnomaria, mettere l'acqua in quella più grande e  quando quest'ultima sarà calda inserirvi la pentola più piccola con già all'interno il pezzo di burro.
  • Quando il burro sarà sciolto unirvi la Fontina ed il latte e mescolando sciogliere il formaggio facendo attenzione che la temperatura non sia troppo elevata.
  • Aggiungere i tuorli, uno alla volta e mescolando delicatamente amalgamarli al composto. 
  • Quando la fonduta avrà la consistenza di una crema omogenea e vellutata, aggiungere un pizzico di pepe e versarla in una casseruola  di coccio da  portare in tavola e adagiare sopra un fornelletto da tavolo. 

martedì 7 febbraio 2017

TARTUFI AL PANDORO

con cioccolato, e zenzero


Ingredienti:
180  gr di pandoro
60  gr di mandorle
5  mandorle amare
40  gr di zenzero candito
80  gr di panna liquida
140  gr di cioccolato al latte
150  gr di cioccolato fondente
granella di mandorle per decorare

  • Con il mixer macinare il più finemente possibile le mandorle  (oppure usare la farina di mandorle)  poi tagliare a piccoli pezzettini lo zenzero candito.  
  • Sciogliere il cioccolato al latte con la panna.
  • Sbriciolare il pandoro e raccoglierlo in una ciotola (in alternativa si può usare un terzo di Pan di Spagna).
  • Aggiungere le mandorle,  lo zenzero e il cioccolato fuso quindi amalgamare tutto. 
  • Con l'aiuto di un cucchiaino formare delle piccole sfere, adagiarle in un piatto e metterle in frigo a raffreddare per una mezz'ora.
  • Sciogliere il cioccolato fondente e con l'aiuto di uno spiedino immergere i tartufi e rivestirli,  a piacere decorarli con la granella di mandorle.
  • Rimettere in frigo almeno un'ora prima di servire.

sabato 28 gennaio 2017

NODI DI CARNEVALE

Nodi,  rombi  o  crostoli ... di nonna Clori


Ingredienti:
300  gr di farina 00
mezza bustina di lievito
60  gr di zucchero
40  gr di burro
1  uovo
1  tuorlo
scorza e succo di mezzo limone
rum
sale
olio per friggere
zucchero a velo

  • Setacciare la farina con il lievito nel piano di lavoro.
  • Fare un po' di spazio al centro ed inserire: lo zucchero, il burro morbido, l'uovo ed il tuorlo, la scorza del limone grattugiata ed il suo succo, due cucchiai di rum ed un pizzico di sale poi impastare il tutto.
  • Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati dare all'impasto la forma di un panetto e lasciarlo riposare per 15/20' a temperatura ambiente ben avvolto nella pellicola.
  • Stendere la pasta ad un'altezza di circa 2 mm e con la rotella ritagliare per i nodi delle strisce larghe 1 cm o 1.5 e lunghe 13/15cm  poi annodarle su se stesse  oppure con lo stesso impasto fare dei rombi o i crostoli.  
  • Riscaldate l'olio e friggere i dolcetti fino a doratura,  quando sono pronti estrarli  e   lasciarli asciugare per un attimo su carta assorbente.
  • Disporli su un vassoio e spolverizzarli con dello zucchero a velo prima di servirli.







venerdì 20 gennaio 2017

TROFIE CON CAVOLINI E PEPE DI PHU' QUOC



Ingredienti:
500  gr di trofie fresche
250  gr di cavolini di Bruxelles
60  gr di porro
60  gr mandorle sgusciate
olio d'oliva
pepe nero di Phù Quòc
sale

  • Mondare e lavare i cavolini poi affettarli finemente,  tagliare sottile anche il porro e ridurre a filetti le mandorle.
  • Mettere sul fuoco una pentola d'acqua per cuocere le trofie, salarla quando è vicina all'ebollizione e procedere alla cottura della pasta.
  • Preparare sul fuoco un saltapasta o una padella con alcuni cucchiai di olio e quando è caldo versare il porro e rosolarlo un po',  unire quindi i cavolini sminuzzati e rosolare anch'essi per un minuto poi aggiungere un bicchiere di acqua, una bella presa di sale e cuocerli per una decina di minuti. Aggiungere alla fine le mandorle già ridotte a filetti e una generosa presa di pepe nero macinato al momento.
  • Scolare le trofie quando sono cotte e farle insaporire nel condimento aggiungendo alcuni cucchiai di acqua della cottura per mantecarle bene. 
  • Impiattare e servire.

domenica 1 gennaio 2017

BUON ANNO!


A tutti voi che mi seguite
a coloro che danno un'occhiata ogni tanto
a chi mi sostiene e mi aiuta
alla mia famiglia che pazienta ... per le foto
tantissimi ringraziamenti
e
auguri di un Felice Anno Nuovo!