domenica 8 ottobre 2017

COPPE CON CREMA AL COCCO

Vi propongo un dessert cremoso trovato tanti anni fa in un mensile di cucina, ha qualche piccola variazione per renderlo più sfizioso ed adattarlo alla mia cucina.


Ingredienti per la crema:
340  gr di yogurt greco
80  gr di cocco in granella
50  gr cucchiai di zucchero
Batida di cocco

Ingredienti per la salsa di pesche:
pesche
zucchero
il succo di mezzo limone

Amaretti per decorare

  • Per la crema: mettere la granella di cocco nel mixer con lo zucchero e macinare il più finemente possibile. Raccogliere in una ciotola lo yogurt, aggiungere il cocco tritato, 50 gr di batida di cocco ed amalgamare bene con una spatola. suddividere la crema in quattro o cinque coppe poi  metterle in frigorifero.

  • Per la salsa di pesche: tagliare la polpa di 2 o 3 pesche (ne basteranno 400  gr) in piccoli pezzi e raccoglierla in un pentolino, aggiungere il succo di mezzo limone e 100 gr (un quarto del peso della frutta) di zucchero poi cuocere tutto per 10 o 15' cioè fino a quando la frutta si sarà in parte spappolata ma senza rilasciare troppo sugo. Allontanare dal fuoco e raffreddare bene mettendo la salsa in frigo.
  • Poco prima di servire mettere alcuni cucchiai di salsa alle pesche sopra la crema di yogurt e cocco, poi decorare ciascuna coppa con due amaretti sbriciolati.  


giovedì 5 ottobre 2017

PAELLA DI PESCE


La necessità di cuocere un piccolo astice che conservavo nel congelatore e la "voglia" di convivialità  mi hanno convinto ad organizzare in poco tempo una serata davvero speciale. Un riso "che non scuoce", qualche verdura, tre manciate di crostacei ...... un po' di concentrazione e di impegno ed ecco il trionfare una paella di pesce. 



Ingredienti:
per il brodo:
1  cipolla
1  carota
1  pezzo di sedano
1  foglia di alloro
sale

inoltre:
400  gr di  riso parboiled
150  gr di piselli
130  gr di fagiolini
una manciata di  pomodorini
1  cipolla 
salsiccia piccante
prezzemolo
1  astice piccolo surgelato
250  gr di mazzancolle
250  gr di code di gambero
8  scampi
0,5  kg di vongole veraci
2  bustine di zafferano
sale e peperoncino
olio d'oliva

  • Mettere le vongole in una capace terrina con acqua e sale. Mondare, lavare e tagliare a pezzi la cipolla, la carota ed il sedano. Pulire e lavare i fagiolini, sgusciare le mazzancolle e le code di gambero. Porre sul fuoco una pentola d'acqua di dimensioni tali che permetta di contenere l'astice,  aggiungere il sale necessario e portare ad ebollizione. Quando l'acqua è pronta lessare i fagiolini per 10' poi toglierli e lasciarli in attesa. Nella stessa pentola aggiungere le verdure per il brodo già preparate e la foglia di alloro poi lasciarli cuocere qualche minuto.  Immergervi l'astice e cuocerlo per una decina di minuti. Quando è pronto toglierlo dalla pentola e filtrare il brodo. Togliere dall'acqua le vongole e risciacquarle.
  • Accendere il forno a 200°. Mettere su un fornello una retina spaccafiamma e adagiarvi la paellera con mezzo bicchiere di olio d'oliva, la  cipolla e una pezzo di salsiccia piccante tagliata a fette (oppure salamino piccante), rosolare per pochi secondi poi aggiungere i piselli ed i fagiolini. Mescolare e continuare la cottura per 2 o 3'. Aggiungere il riso (io ho usato il parboiled che ha il chicco lungo, sopporta la lunga cottura e rimane sgranato. Non usare il riso per risotti, la mantecatura rovina la paella) e mescolarlo per amalgamarlo alle verdure, aggiungere un bicchiere di brodo caldo nel quale si sarà fatto sciogliere lo zafferano ed altri due bicchieri di brodo poi mescolare di nuovo. Abbassare la fiamma e continuare la cottura adagio mescolando il meno possibile ed aggiungendo gli ingredienti mancanti distribuendoli sulla superficie, quindi unire le code di mazzancolle e di gambero,  le vongole e  gli scampi ed ancora un bicchiere di brodo. 
  • Tagliare le zampe all'astice, eliminare la coda e con la forbice praticare un'incisione sulla pancia quindi adagiarlo sul riso. A questo punto, saranno trascorsi circa 30 minuti di cottura, togliere la paella dal fornello e infornarla, giusto il tempo per farla gratinare un pochino.
  • Sfornarla e finalmente, servire!


NOTA IMPORTANTE: il rapporto tra il riso ed il liquido di cottura è difficile da stabilire e solo con l'esperienza si riescono ad ottenere buoni risultati.  Di solito la quantità di liquido che aggiungo alla preparazione è almeno pari al doppio del volume del  riso ma talvolta è maggiore. Penso che ciò possa dipendere  dal tipo di ingredienti usati (alcune verdure contengono più acqua di altre) o dalla qualità del riso impiegato (infatti non assorbono tutti la stessa quantità di acqua durante la cottura) oppure dalla potenza della fiamma usata.  

mercoledì 27 settembre 2017

SEPPIE IN UMIDO



Ingredienti:
1  kg di seppie
2  acciughe 
(oppure una sardina fresca)
1  cipolla
mezza carota
1 spicchio di aglio
mezzo bicchiere di vino bianco
500  gr di polpa di pomodoro
brodo di pesce
un ciuffo di prezzemolo
3  foglie di basilico
sale e pepe (o peperoncino)
olio d'oliva

Polenta bianca già pronta
(perfetta se preparata il giorno prima)

  • Spellare le seppie, staccare il busto dalla testa, togliere l'osso, gli occhi, ecc., poi tagliare il loro corpo a strisce e i tentacoli in 2 o 3 "ciuffetti".  Lavare tutti i pezzi ottenuti e tenerli da parte.
  • Lavare e spinare le due acciughe (o la sardina) e tagliarle a pezzi con un coltello. Mondare e tritare finemente la cipolla e la carota.
  • Scaldare una casseruola con mezzo bicchiere di olio d'oliva e versarvi i pezzi delle acciughe, rosolarle pochi secondi e mescolarle fino a quando si disfano.  Versare le verdure tritate (cipolla e carota) e lo spicchio d'aglio sbucciato ma lasciato intero,  amalgamare il tutto al fondo preparato e sfumare le verdure con il vino bianco, quando il vino sarà evaporato aggiungere la polpa di pomodoro
  • e lasciare bollire piano per 5'. 
  • A questo punto unire le seppie e del brodo di pesce e far cuocere lentamente per quaranta minuti unendo ancora brodo se il sugo si addensa troppo. Togliere lo spicchio d'aglio, salare la preparazione, spolverare con un po' di pepe e terminare la cottura. Alla fine aggiungere un trito di prezzemolo e le foglie spezzettate del basilico. 
  • Tagliare a fette la polenta e rosolarla sopra una piastra bollente in entrambi i lati.
  • Servire le seppie caldissime accompagnate dalla polenta abbrustolita. 




martedì 19 settembre 2017

TORTA ALLO YOGURT

CON FARINA DI FARRO, NOCCIOLE  E GOCCE DI CIOCCOLATO


Ingredienti:
(come misura usare il vasetto dello yogurt)
3  uova
un  pizzico di sale 
2  vasetti di zucchero semolato
1  vasetto di farina 00
2  vasetti di farina di farro
mezza bustina di lievito
mezzo vasetto di granella di nocciole
60  gr di gocce di cioccolato
1  yogurt alla vaniglia
mezzo vasetto di olio di semi

  • Raccogliere in una ciotola le uova con una presa di sale e lo zucchero e montare il composto.
  • Setacciare le due farine assieme al lievito e incorporarle piano piano al composto di uova alternandole allo yogurt. Quando sarà rimasto circa un terzo del quantitativo della farina unirvi la granella di nocciole e le gocce di cioccolato, mescolare ed aggiungere il tutto all'impasto principale. Unire  l'olio ed amalgamare bene.
  • Accendere il forno a 180° poi oliare ed infarinare una tortiera di 22 cm di diametro e versarvi il composto. Infornare e cuocere per circa 35/40'.
  • Togliere la torta dal forno e lasciarla raffreddare prima di servire.

domenica 3 settembre 2017

QUAGLIE AI FERRI


  • La carne delicata della quaglia non avrebbe bisogno di essere macerata ma per paura che mi si seccasse troppo durante la cottura io  ho lasciato marinare i volatili per un'oretta.   
  • Pulire e lavare 4 quaglie poi metterle tutte in una ciotola unendo alcuni rametti di timo,  2 foglie di salvia,  qualche ago di rosmarino,  1 scalogno affettato  e  mezza birra lager.  Chiudere con un pezzo di pellicola per alimenti e lasciare riposare in un luogo fresco.
  • Quando la griglia è calda sgocciolare le quaglie  e  con una forbice tagliare il petto, aprirle e schiacciare la schiena per appiattirle poi ungerle con dell'olio d'oliva.  Cuocerle per mezz'ora circa, girandole anche sull'altro lato e bagnandole con il liquido della marinatura. Poco prima di toglierle insaporirle con la giusta quantità di sale e pepe.